Perché vegetariano è meglio? Assaggi dal mondo

ristorante vegetariano da marco

Per la prima volta dopo oltre dieci anni di attività la Confraternita ha organizzato una cena vegetariana. Location il rinnovato ristorante “Da Marco” a Cerbaro di Tretto (Schio). Non solo ristorante ma anche alloggio turistico e bistro’.
Sorto negli anni 70, l’allora Albergo Ristorante “Da Marco” era gestito dall’intera famiglia, composta da Marco con la moglie Bruna ed i loro figli. Solo negli anni “80 il testimone passa al figlio Guido che lo conduce fino al 2015. Nel 2017, dopo anni trascorsi all’estero, la nipote Alessia con il marito Christof, appassionati di viaggio, lingue straniere, energie rinnovabili, cucina naturale, sport e montagne, decidono di rientrare in Italia per avviare un progetto di vita proprio al Cerbaro rinnovando il vecchio Albergo Ristorante. Il loro intento è quello di promuovere una cucina con ingredienti il più naturali possibile e prodotti localmente, incoraggiare attività sportive legate alla natura e costruire un centro per la promozione dell’arte, della musica e della cultura in generale, attraverso corsi ed eventi.

ristorante vegetariano da marco

La serata si è aperta con degli antipasti freddi: dall’Etiopia (Humus con Injera), dalla Palestina (Baba Ganoush con olio di sesamo e pinoli tostati), dalla Cina (Alghe Wakame al Sesamo e Peperoncino con uovo di quaglia fritto), da Israele (Purè di rapa rossa con yoghurt e Za’tar) per finire con l’Asia Tropicale (Riso integrale con brunoise di verdure al Lime e Zenzero ). Per passare poi a quelli caldi:dalla Grecia (Tyropitaka), dall’Egitto (Falafel con Thain), all’Albania (Burek al formaggio acido ). Dall’India abbiamo assaggiato un Potage (Masala alla Curcuma con Peperoni).

ristorante vegetariano da marco

I piatti principali: dal Giappone (Shirataki di konjak con verdure Joullienne e Sesamo nero), dall’Austria (Gnocchi di rapa rossa con cavolo viola e Cumino), dalla Slovenia (Zlikrofi- pasta ripiena- con patata ed erbe aromatiche), e dal Messico (Tortino ai tre ”risi” gratinato).

ristorante vegetariano da marco

Per finire con i dolci: dalla Finlandia (crema di yoghurt con more di gelso), dal Nord Africa ( Mahlabia al latte di Mandorle, Kardamomo e pistacchio), da Bali (Dadar Gulung -simili a crepe- con cocco e banana) e dalla Russia (Pohankova Kasa -pappa di grano saraceno- con Cannella, Anice stellato e Mandorla).

Una varietà davvero sorprendente, che ha incuriosito noi commensali. Durante la cena i dottori Daniela Zuccato e Ernesto Marchesini ci hanno illustrato i pregi e gli eventuali limiti delle diete vegetaria e vegana, rispondendo alle numerose domande degli ospiti presenti. Questi regimi alimentari, che prediligono l’apporto nutrizionale di cibi vegetali, sono sempre più seguiti: presentano luci ed ombre, vanno approfonditi con esperti e adottati in base alle esigenze delle singole persone.

Con questi piatti l’abbinamento vino/cibo non era dei più facili, ma ma i nostri esperti sono riusciti a fare degli abbinamenti eccellenti facendo servire in sequenza un Sylvaner- Domaine Ostertag (vitigno alsaziano), un Pinot Blanc Barriques – Domaine Osterag e Mantoulan- Clos Lapeyre (zona Jurancon-Pirenei), un Hattenheim Riesling Nussbrunnen “R” Von Schonborn (zona del fiume Reno- Germania) e un Vendanges tardives de Gewurztraminer – Domaine Ostertag (Alsazia).

ristorante vegetariano da marco

Nella foto, Alessia riceve il gagliardetto della Confraternita. Alla sua sinistra Guido, l’ultimo gestore dell’Albergo Ristorante da Marco, e alla sua destra il past president della Confraternita Sandro Spiller.

Perché vegetariano è meglio? Assaggi dal mondo ultima modifica: 2018-05-15T09:33:12+00:00 da confraternita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *